Check-in

23 / luglio

Check-out

25 / luglio

Adulti



Ubicato nel cuore del centro storico di Gela , all’interno del perimetro delle Mura Federiciane a pochi passi della Chiesa Madre sulla piazza principale.

Since 1830 Experience the Life of Gela old city



Palazzo Gioffré probabilmente venne edificato tra il 1830 e il 1850, per volere di “Don Dominicum Gioffrè di Sicilia”, un signore originario della Calabria che decise di trasferirsi a Gela (allora denominata Terranova di Sicilia) convolando qui a nozze nel 1933.

Dagli anni ‘30 agli anni ’80 del 1900 fu la residenza dell’Ingegnere Angelo Bevilacqua: Sindaco della Città di Gela nell’immediato dopo guerra e deputato all’Assemblea Regionale Siciliana. Il palazzo venne poi ereditato dall’Ingegnere Gian Giacomo Russotto, che negli anni ’90 ne curò il restauro, donandolo poi alla figlia Clementina, consorte del Dott. Giuseppe Collura.

Il Crisantemo




La facciata esterna presenta uno stile Neoclassico.

È interessante notare le modanature, le stipiti dei balconi e gli architravi in pietra arenaria (detta in dialetto gelese: Petra Ciuciulena) e l’arco del portone di ingresso, costruito con la stessa pietra, abbellito con fregi laterali e con un fiore scolpito sulla chiave di volta: il “Crisantemo”.

Il nome del fiore deriva dal greco: “κρυσάνϑεμον” – “fiore d’oro”.

Nel linguaggio dei fiori simboleggia la gioia e la vitalità. In oriente è simbolo di vita e felicità: in Cina e in Corea viene considerato come il fiore delle spose.
Divenendo così ispirazione, per l’ideazione grafica del logo di “Palazzo Gioffrè”.



  • Camere




    Le camere presenti sono tre: indipendenti, accoglienti, romantiche e si affacciano in tre lati diversi dell’edificio. Sono ampie e molto luminose. Restituiscono tutta la tranquillità presente nelle vie del centro storico, il profumo dei panni stesi ad asciugare al sole e le coccole di una terra che sa essere mamma di tante culture. Un’ampia hall, con divani e poltrone, accoglie l’ospite e può diventare luogo di sosta e di incontro. L’arredamento contemporaneo è stato accuratamente scelto per garantire una piacevole sensazione di tranquillità e di benessere. Un piacere per gli occhi notare gli infiniti dettagli ed un piacere per il tatto farsi accarezzare dai tessuti.






  • Le Camere sono dotate di ogni comfort. Comodi letti, televisore LED, connessione Wi-Fi e clima a regolazione individuale sono lo standard base di ciascuna camera. Tutte le camere, finemente arredate ed insonorizzate, sono state concepite per offrire un livello elevato di comfort sia nelle attività di soggiorno che di studio, rafforzando la nostra mission “Come a casa vostra”

    Palazzo Gioffrè, nel suo arredamento, ospita lavori di giovani artisti emergenti tra cui i dipinti di Sara, artista gelese, studente dell’accademia di Belle Arti di Brera.

Il luogo perfetto per rilassarsi!